Forse non sono ancora i suoi principali estimatori, ma senz’altro la bagna cauda è capace di accendere l’immaginazione degli studenti di elementari e medie. È stata straordinaria la risposta delle scuole a “Bagna Cauda alla lavagna”, l’iniziativa con cui quest’anno l’Associazione Astigiani ha voluto coinvolgere i giovanissimi al sesto Bagna Cauda Day. Con il prezioso supporto degli insegnanti, hanno raccontato gli ingredienti, la storia e le tradizioni alla base del piatto.

La varietà di verdure presenti in tavola ha consentito inoltre ai docenti di affrontare in modo originale il tema della sana alimentazione. Come hanno raccontato le maestre all’Associazione Astigiani, non tutti i vegetali impiegati nella ricetta erano conosciuti ai bambini. La bagna cauda è stato anche un momento per avvicinare gli studenti di origine straniera a una delle tradizioni più caratteristiche del Piemonte.

L’entusiasmo e la fantasia espressa attraverso decine e decine di disegni, testi, fumetti, video è tale che Astigiani ha deciso di esporre tutti gli elaborati a Palazzo Ottolenghi, nel pomeriggio di domenica 25 novembre. Alle 17 le classi partecipanti saranno premiate con buoni per l’acquisto di materiale di cancelleria e con l’intera collezione di Astigiani. La rivista sarà una preziosa fonte per le ricerche di storia locale da conservare nella biblioteca di ogni scuola.