Non si è ancora spento l’afrore del Bagna Cauda Day 2018 celebrato in oltre 150 locali piemontesi e nel resto del mondo con la partecipazione di oltre 17 mila appassionati. Aglio, olio, acciughe e verdure di stagione sono stati i protagonisti delle più grande bagna cauda collettiva e contemporanea al mondo. I social sono stati invasi da allegre foto di comitive di bagnacaudisti con l’originale bavagliolone, quest’anno dedicato al coro “Quel mazzolin di fiori…” trasformato in “Quel mazzolin di cardi…”

La festa, giunta alla sesta edizione ha visto Asti, baricentro del Bagna Cauda Day vivere tre giorni intensi con incontri, mostre e ironia: dal kit del dopo bagna al Barbera kiss, il bacio di mezzanotte scambiato in piazza dai bagnacaudisti.

L’evento organizzato dalla associazione Astigiani ha vissuto domenica il suo momento clou con la cerimonia del premio “Testa d’aj” (testa d’aglio) preceduta dalla allegra consegna degli attestati di partecipazione con buono per materiale didattico alle classi che hanno dato vita alla ricerca “La bagna alla lavagna” che ha coinvolto centinaia di studenti delle scuole astigiane. Gli organizzatori del Bagna Cauda Day hanno già annunciato le date della prossima edizione: 22, 23, 24 novembre 2019.