Bagna Cauda Day 2015: un successo di idee e numeri

Il Bagna Cauda Day 2015 lascia una scia profumata allegria e di piacevole riscoperta di un piatto straordinario della tradizione piemontese.La manifestazione al suo terzo anno è cresciuta e si è consolidata.  Dopo la felice anteprima della scorsa settimana a Nizza Monferrato nel week end appena trascorso negli oltre cento locali tra ristoranti, vinerie, cantine storiche sono stati accolti migliaia di bagnacaudisti giunti anche da molto lontano. Gente che il prossimo anno sicuramente tornerà e porterà nuovi amici.   Lo hanno detto in molti a conferma della capacità di attrazione di una festa divertente e ironica. Apprezzato il  bavagliolone d’autore firmato da Giancarlo Ferraris che resterà come souvenir a tutti i commensali. Ricercate le Acciù, mascotte portafortuna e i kit del dopo Bagna Cauda.  Ha funzionatoil Bagna Cauda Market al Mercato coperto, aperto in una nuova dimensione gastronomica.

Felliniano il Barbera Kiss, il bacio di mezzanotte in piazza San Secondo, corroborato dal vin brulé offerto dal Consorzio della Barbera e servito dagli alpini dell’Ana, ambasciatori dell’adunata nazionale del prossimo maggio, che vedrà anche un’edizione speciale del Bagna Cauda Day.

“E’ importantissimo –  specificano gli organizzatori dell’associazione Astigiani – che in occasione del Bagna Cauda Day si siano anche riaperte con evocante successo cantine storiche come quella di palazzo Ramelli in piazza Cattedrale, dimostrando che ci sono tesori architettonici e culturali nascosti e degni di essere inseriti a pieno titolo nel circuito turistico. Asti e il resto del Piemonte aggiungono con il Bagna Cauda Day un richiamo in più al già profumato autunno”.

Sul sito www.bagnacaudaday.it è stato lanciato un sondaggio “La pagella della Bagna Cauda” che raccoglie i voti e le valutazioni dei bagnacaudisti.  Si può scrivere anche a info@astigiani.it  e sulla pagina Facebook  del Bagna Cauda Day.

“Stanno arrivando centinaia di commenti positivi e anche qualche critica costruttiva di cui terremo sicuramente conto”, assicurano gli organizzatori che ricordano anche il contest fotografico su Instagram: saranno scelte le migliori dieci foto del Bagna Cauda Day 2015, da pubblicare sulla rivista Astigiani di dicembre.

 

Sono già state fissate le date del prossimo BCD da segnare sull’agenda: 18, 19, 20 novembre 2016. “Sarà l’anno olimpico e non mancheranno sorprese. Stiamo pensando in grande” assicurano ad Astigiani.

Arriverà un grande fujot in centro città da accendere come se fosse la fiamma olimpica? E da dove partiranno i tedofori? Le idee non mancano, in una manifestazione che senza contributi pubblici dimostra di saper coinvolgere  e destare interesse.

Lo conferma una imponente rassegna stampa, che appena completata sarà consultabile sul sito www.bagnacaudaday.it  .Una curiosità del Bagna Cauda Day hanno scritto anche in Russia e sono arrivate le foto della bagna cauda cucinata dai piemontesi in Costa Rica.

Agli sponsor un grazie in più per aver creduto e sostenuto il Bagna Cauda Day che non sarebbe stato possibile senza l’impegno e la fantasia dei volontaria di Astigiani.